SEO

Link interni ed esterni: come gestirli e ottimizzare la struttura in ottica SEO4 min read

24 Ottobre 2023

author:

Link interni ed esterni: come gestirli e ottimizzare la struttura in ottica SEO4 min read

Come usare al meglio i link interni ed esterni presenti all’interno di un sito web? Ci sono delle apposite regole da seguire? Alcuni link sono più rilevanti rispetto agli altri? Hanno più importanza rispetto agli altri quelli all’interno del prodotto oppure quelli presenti nel menù di navigazione?

In questo articolo, vedremo come ottimizzare al meglio i link interni ed esterni applicandoli al SEO. Comprendere le potenzialità della Search Engine Optimization ed applicarla al meglio, permetterà di avere una struttura di collegamenti consolidata con un ottimo posizionamento nei motori di ricerca.

Link interni ed esterni: buone pratiche per collegare le pagine del tuo sito

Prima di entrare nel dettaglio delle singole suddivisioni tra link interni ed esterni, è bene ricordare perché alcuni link interni sono gerarchicamente più importanti rispetto agli altri.

In primis, agli occhi di un motore di ricerca, il collegamento presente all’interno di un contenuto ha maggior rilevanza se confrontato con un altro posizionato nel menù di navigazione. Inoltre, più un link interno assume visibilità, più viene considerato importante dai motori di ricerca: utilizzare caratteri piccoli, infatti, non contribuisce in modo adeguato al suo posizionamento nei search engine.

Inserire lo stesso link interno in vari punti della pagina, ad esempio all’interno del contenuto stesso e nel menù di navigazione, è fortemente sconsigliato. Questo perché nonostante i motori di ricerca visualizzano entrambi i collegamenti, questi registreranno l’accesso solo dal primo link e non dai successivi. Pertanto si deve valutare ad inserire solamente un collegamento per pagina, controllando anche i link a piè di pagina e nel menù di navigazione.

Esiste, però, un’eccezione: se si vuole migliorare la navigazione del proprio portale, le ripetizioni sono concesse. A titolo esemplificativo, i link del menù principale ripetuti a piè di pagina che aiutano gli utenti a ritrovare le sezioni di interesse al termine della consultazione.

Link interni ed esterni: la strategia vincente per i collegamenti ad altri portali

Nella redazione di un contenuto web, è bene considerare attentamente non solo l’utilizzo dei link interni, ma anche (e soprattutto) i collegamenti esterni.

I collegamenti esterni posizionati all’interno di un contenuto sono assai più importanti dei link a fondo pagina o nel menù di navigazione. Tra quelli appeni citati, gli ipertesti rendono di più se confrontati ai link immagine con l’attributo “alt”.

Per un risultato di qualità in caso di inserimento di un’immagine, si deve tenere presente che buona parte dei motori di ricerca considerano le fotografie un link a sé stante, poiché già inclusa di una didascalia dove compaiono le keyword ed il link. In questo caso, i motori di ricerca considerano il primo collegamento dell’immagine con il suo tag alt corrispondente.

Nella didascalia si dovrà inserire il link esterno con gli anchor text corrispondenti alla parola chiave di interesse. Questo concetto dovrà essere rinchiuso dentro un paragrafo unitamente ad un semplice testo, al fine di favorire il posizionamento SEO sui search engine, definire la parola chiave e rafforzarne la struttura di base.

Link interni ed esterni: l’importanza della user experience

Se si prende in considerazione di impostare l’apertura di un collegamento esterno in una nuova scheda o altra finestra del browser, per il motore di ricerca non cambia nulla, ma può differire di molto in termini di user experience.

Taluni visitatori preferiscono visualizzare i link nella stessa scheda del browser, ma altri optano per aprire il collegamento in nuova finestra. Ciò è importante da considerare poiché potrebbe influire sulla frequenza di rimbalzo degli utenti e sul tempo di permanenza degli stessi.

Tuttavia, esagerare con i link esterni può portare a dei rischi. Ricevere link in entrata (in gergo backlink) da una parte o la quasi totalità delle pagine di uno specifico portale web, potrebbe arrecare danno ad entrambe le parti, poiché creare una struttura di link building smisurato non è sempre una buona idea.

Non si tratta comunque di una regola universale, poiché in alcuni casi può essere accettato.

Le regole per posizionare al meglio i link esterni

Ottenere link da ogni pagina di un portale web oltre ad essere inutile, è anche dannoso. Si consiglia di optare per un collegamento esterno inserito in una posizione dal rilievo particolare, a titolo esemplificativo la pagina iniziale, le sezioni “chi siamo” e partner o un contenuto specifico.

Evitare di riempire pagine intere di collegamenti, soprattutto se pieni di testi ed indirizzati a parole chiave. E’ la cosa migliore onde evitare penalizzazioni da parte dei motori di ricerca ed un posizionamento non elevato.

Applicare queste semplici regole aiuterà ogni azienda o professionista che necessita di un proprio sito web ad ottenere buoni risultati in termini di posizionamento. Tuttavia, ogni singola situazione richiede delle esigenze specifiche in riferimento al target, al prodotto proposto ed altro. Queste possono essere studiate nei minimi dettagli con l’aiuto di un professionista SEO, il quale saprà consigliare le tecniche più appropriate con un risultato soddisfacente.

Rivoluziona la tua strategia di content marketing. Attiva la prova gratuita di 7 giorni su Contents.com!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.